Bivacco Molino

Bivacco Molino - profilo

Facile escursione, che permette di raggiungere, in ogni mese dell’anno, questo bivacco ai piedi della parete rocciosa dell’Uja di Mondrone. Splendida posizione panoramica sulla media e bassa Val d’Ala. Con 24 posti letto, materassi e coperte, questo bivacco insieme al Gandolfo, permettono di vivere una prima esperienza di pernottamento in quota in piena autonomia. Rifornirsi di acqua lungo la salita, non sempre è presente ad estate inoltrata.

Indicazioni

Periodo consigliato
Tutto l’anno, in inverno con le racchette da neve.
Luogo di partenza
Balme – Frazione Molera (1478 m) - nel periodo invernale Frazione Chialambertetto (1390 m)
Dislivello
802 metri
Difficoltà
E
Tempo di percorrenza
ore 2.15 da Molera

Consigliato per

  • Escursionisti
  • Famiglie
  • Racchette da neve

Accesso

All’altezza della frazione di Chialambertetto svoltare a dx dalla strada provinciale, raggiunta la frazione mantenere la dx e proseguire su strada asfaltata fino a giungere ad un bivio sulla sx con indicazioni per GTA e Molera. Imboccare la strada asfaltata e percorrerla fino al suo termine in frazione Molera.

Itinerario

Un centinaio di metri prima della frazione Molera, ancora sulla strada asfaltata, sulla sx in corrispondenza di una bacheca in legno con scheda descrittiva del bivacco Molino appunto, si dirama un/il sentiero con segnavia GTA e EPT 233. Subito si risalgono dei ripidi prati ed in breve piegando a dx si entra in un bosco; al termine di esso, dopo una radura, si incrocia la strada sterrata che sale da Mondrone in loc. Alpe Pian Bosco (1690 m). Proseguendo lungo il sentiero si interseca nuovamente la strada sterrata, a questo punto seguire il segnavia EPT 233 che entra nel bosco e risale un costone a lato (sx) del Rio Maian. Usciti dal bosco di larici ci si trova in una zona rocciosa che conduce ai piedi di una paretina rocciosa da contornare sulla dx. In breve si giunge a quota 2008 dove, al bivio, si tiene la dx e, sempre seguendo EPT 233, si raggiunge in breve l’Alpe Le Piane. Procedendo a mezza costa si attraversa il Rio Maian e quindi, svoltato a sx, si risale lungo il costone per raggiungere un piano erboso. Qui giunti si abbandona il sentiero principale (EPT 233) e svoltata a sx si sale in diagonale tra grossi blocchi fino a raggiungere la conca dove è ubicato il bivacco. La discesa avviene lungo lo stesso itinerario.

Bibliografia

“Escursionismo per tutti” di Roberto Bergamino e Umbro Tessiore Ed. Arti Grafiche San Rocco.

Cartografia

Alte Valli di Lanzo – carta n° 17 L’Escursionista & Monti editori; Valli di Lanzo – carta dei sentieri 3 Val d’Ala e Val Grande.

EasyNite

Con i suoi 25 anni di esperienza, Easy Nite racchiude sotto un unico brand tutte le attività del vas...
Leggi tutto

La Piutà

Associazione per la promozione di Balme che, in inverno, gestisce il comprensorio di sci nordico del...
Leggi tutto