Giro dei laghetti glaciali

Giro laghetti glaciali - profilo

Ai piedi del Ghiacciaio della Bessanese, offre la possibilità di vedere da vicino fenomeni geologici quali morene, laghetti glaciali, ghiacciaio in scioglimento, piccoli bacini colmi di limo, e sedimenti rocciosi.

In un momento di generale ritiro dei ghiacciai, si può osservare quanto anche il ghiacciaio della Bessanese si sia ritirato e le conseguenze di tale ritiro. Un’occasione rara per vedere da vicino e senza pericoli come avviene lo scioglimento e cosa lascia dietro di sé.

Indicazioni

Periodo consigliato
Luglio - agosto.
Luogo di partenza
Rifugio Gastaldi (2659 m)
Dislivello
150 m
Difficoltà
E
Tempo di percorrenza
ore 1,30
Segnavia
nessuno, bacheche lungo il percorso

Consigliato per

  • Escursionisti
  • Famiglie

Accesso

Dal Pian della Mussa salire al  Rifugio Gastaldi dove una bacheca illustra l’itinerario.

Itinerario

Tutto il percorso si sviluppa nell’ampia conca del Crot del Ciaussinè. Gli scorci sul massiccio e sul bacino, un tempo completamente occupato dal ghiacciaio, sono spettacolari e meritano da soli una visita, anche affiancata alla classica escursione al Rifugio Gastaldi.

Il sentiero scende dal rifugio ai piedi della grande morena sinistra del ghiacciaio della Bessanese, dove incontra un primo piccolo laghetto di fusione. Prosegue aggirando la morena e sale su un piccolo dosso con una bella veduta sul lago principale che sorge esattamente al termine della lingua dello stesso ghiacciaio.

Fra detriti e piccoli dossi morenici, si giunge ad un altro bel laghetto dove è visibile il ghiaccio azzurro, che ne costituisce le sponde, sciogliersi sotto il sole, lasciando scivolare nelle sue acque le pietre che ricoprono il ghiacciaio dal quale affiora.

Il percorso prosegue ancora nel vallone d’Arnas su terreno a tratti sedimentario e tocca il laghetto posto ai piedi di Rocca Affinau. Poco oltre si innesta nel sentiero ben segnalato del Tour della Bessanese, e, dopo aver attraversato il Rio d’Arnas, comincia la risalita verso il rifugio.

Con una corta deviazione si visitano i due minuscoli e incantevoli laghetti d’Arnas, nascosti al sentiero principale del Tour della Bessanese, ed in breve si rientra al rifugio fiancheggiando un caos di blocchi rocciosi, paradiso e dimora di numerose marmotte.

Alcune bacheche all’inizio e lungo il percorso agevolano la comprensione dei fenomeni osservati.

Bibliografia

Depliant descrittivo presso il Rifugio Gastaldi.

Cartografia

Alte Valli di Lanzo – carta n° 17 Ed L’Escursionista & Monti editori; Valli di Lanzo – carta dei sentieri 3 Val d’Ala e Val Grande Ed Sentieri .biz; Valli di Lanzo – carta dei sentieri 2 Val di Viù e Val d’Ala Ed Sentieri .biz

EasyNite

Con i suoi 25 anni di esperienza, Easy Nite racchiude sotto un unico brand tutte le attività del vas...
Leggi tutto

La Piutà

Associazione per la promozione di Balme che, in inverno, gestisce il comprensorio di sci nordico del...
Leggi tutto

C.A.I. Lanzo

Associazione con oltre 1.000 iscritti che organizza corsi e gite escursionistiche,Sci Alpinismo, Alp...
Leggi tutto